Vai ai contenuti

Menu principale:


decoupage tecnica base

hobby femminili > decoupage

Il primo passaggio fondamentale per cominciare un buon lavoro, è di ripulire bene la superficie da trattare, onde evitare sgradevoli inconvenienti durante la lavorazione:
- se si lavora su superfici porose ( ex. Legno, biscotto, cartone, latta ecc.. ) è necessario scartavetrare l’oggetto delicatamente senza solcare la superficie,
- se invece l’oggetto NON E’ poroso, ( ex. Vetro, porcellana ecc..) si ripulisce semplicemente con alcool (non utilizzare detersivi per piatti o altro, in quanto rilasciano una patina che potrebbe interferire con i colori acrilici).


Applicare il FONDO OPACO ALL’ACQUA: Questa pittura di fondo di colore bianco, grazie alle sue straordinarie doti di dilatazione e adesione ai supporti, permette una perfetta preparazione delle superfici che devono essere decorate. Può essere usata su numerose superfici quali : legno, muratura, pvc, vetroresina, latta, ecc…. (tranne che sul vetro, vedremo più avanti la lavorazione del vetro che segue un procedimento diverso) Non necessita di diluizione, ma se necessario, lo si può fare con acqua, asciuga al tatto in 30 minuti ed in profondità in 24 ore. Si stende molto facilmente con pennello o spugna e per una buona preparazione si consiglia di dare due mani a distanza di 10 minuti l’una dall’altra.
A questo punto dobbiamo decidere se utilizzare dei tovaglioli da decoupage, la carta o la carta di riso in quanto i procedimenti sono diversi fra loro.

INCOLLAGGIO DELLA CARTA DA DECOUPAGE
La carta da decoupage nonostante si trovi in commercio molto sottile, va bagnata in ugual modo come le carte di spessore maggiore, in quanto se ne facilita l’adesione al supporto e si evita il formarsi di bolle d’aria; dopo averla ritagliata, si bagna per qualche minuto, poi si pone il nostro disegno sul tavolo con la parte colorata verso il basso e con uno scottex si tampona per eliminare l’eccesso di acqua, dopo di che si mette la colla e girandola con le mani si appoggia sul supporto. Si procede lisciandolo sempre con le mani o aiutandosi con un pennello asciutto e ben pulito. Ripulire con una spugna morbida ( Si consiglia la spugna di mare ) gli eventuali residui di colla.


INCOLLAGGIO DEL TOVAGLIOLINO DI CARTA
Il tovagliolino di carta in quanto molto sottile non va assolutamente bagnato, la colla viene messa direttamente sul supporto ( evitate di eccedere con la quantità anzi state più scarsi). Solitamente il tovagliolo viene spezzettato sui contorni con le mani, si toglie i due veli bianchi tenendo solo quello colorato, si stende una leggerissima mano di colla sul supporto dove dovrà essere incollato, si appoggia il tovagliolo e lo si stende con le mani ben asciutte, successivamente con il pennello stendeteci sopra la colla con fare deciso in senso orario, partendo dal centro verso l'esterno. Questa volta la colla non deve essere scarsa. Lasciare asciugare bene e poi rifinire con i colori acrilici, passando sopra i bordi che essendo spezzettati si confonderanno con la pittura.



INCOLLAGGIO DELLA CARTA DI RISO
La carta di riso è considerata la più semplice delle soluzioni in quanto non è fragile come il tovagliolo e neppure pesante come la carta, è una via di mezzo fra i due.
In base al lavoro che si vuole fare si decide se ritagliare il disegno oppure spezzettare i bordi con le mani. Una volta preparato il lavoro lo si appoggia senza colla sul supporto e con un pennello sintetico si inizia a mettere la colla direttamente sulla carta con movimenti decisi, partendo dal centro verso l'esterno in senso orario. Ricoprire in questo modo tutta la superficie del disegno. Lasciare asciugare bene e rifinire poi con i colori acrilici.

In tutte e 3 i casi bisognerà ricoprire la parte rimasta con dei colori acrilici. Dobbiamo miscelare fra loro i colori base (vedi sotto la voce pittura /colori e loro usi ) cercando di creare i vari colori che compongono il bordo del nostro disegno, con una spugna tamponiamo andando a ricoprire parte del nostro tovagliolo o carta di riso per mimetizzare i vari colori, ricopriamo così tutto il nostro supporto.
Se abbiamo ritagliato il soggetto da incollare, in questo caso dobbiamo creare, sempre con i colori acrilici, il colore di fondo e ricoprire tutta la superficie.

FINITURA TRASPARENTE
Quando pensiamo di aver completamente finito il nostro lavoro in decoupage si procede a proteggerlo al fine di poterlo in futuro maneggiare e ripulire a piacere secondo le proprie esigenze.
Lo si può fare con moltissimi prodotti, l’importante è che , se durante la lavorazione si usano colori e prodotti all’acqua, la finitura deve PER FORZA ESSERE ALL’ACQUA ( VERNICE ALL’ACQUA O EMULSIONE ALL’ACQUA), al contrario se si utilizzano prodotti all’alcool o a solvente la finitura deve essere al solvente, identificata come VERNICE FLATTING GEL.
In entrambi i casi sono vernici completamente trasparenti, che donano lucentezza ai colori e li fissano, ma soprattutto proteggono il nostro lavoro dall’usura del tempo, li possiamo trovare in versione lucida e satinata.

PER RIASSUMERE

Per effettuare un lavoro a decoupage su legno, latta, plastica procedere:

  • Pulire la superficie
  • Applicare fondo
  • Incollare carta, tovagliolo o carta di riso.
  • Abbellire sfondo
  • Applicare vernice protettiva

Fino a questo punto abbiamo descritto in modo sequenziale come lavorare un supporto a decoupage, nella maniera più semplice, più avanti tratteremo lavori con altre tecniche più complesse e come comportarsi con il vetro e la stoffa. Per i principianti consigliamo di provare questi primi passi per prendere dimestichezza con la tecnica.

Home Page | Rinnova la tua casa | idee regalo | origami moduli triangolari (tri on tri) | hobby femminili | Galleria di Lavori | iguana verde | chi siamo | la libreria | corsi | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu