Vai ai contenuti

Menu principale:


decoupage pittorico

hobby femminili > decoupage

Scegliere il soggetto da decorare e con della carta vetrata finissima, ripulire l’oggetto da eventuali tracce di sporco e grasso. Terminata questa operazione dare con un pennello o una spugnetta il Fondo Opaco all’acqua, in modo veloce e uniforme, per non permettere al nostro oggetto di assorbire in eccesso i colori acrilici che andremo ad utilizzare con la realizzazione del lavoro. Lasciare asciugare il fondo e procedere di conseguenza all’applicazione del ritaglio di carta o del tovagliolino ( il procedimento è quello descritto nel decoupage base) con l’uso della colla da decoupage e di pennelli morbidi a punta quadrata.
Completare il decoupage con semplici effetti pittorici, può conferire al nostro lavoro un aspetto più armonioso e originale, per questo motivo vi spiegheremo brevemente quei piccoli accorgimenti che faranno del vostro lavoro una piccola opera d’arte !!


RICOSTRUZIONI DI PARTI MANCANTI O DI SFONDI

Alcune volte quando si vanno a rappresentare prati, fiori, paesaggi.. capita di non riuscire a ricoprire con tutto il tovagliolino la superficie da decorare, niente paura!, con l’aiuto di colori acrilici e di pennelli tondi sottili e spugnette piccole, ricostruiremo passo a passo il tovagliolino.
La parte più difficile è trovare la tonalità giusta, per questo vi ricordo che il verde si forma con la combinazione del giallo primario + il blu primario, dovrete aver molta pazienza prima di poter capire le combinazioni fra i colori, ma soprattutto dovrete sperimentare e riprovare. Per chi questa fatica non la vuole proprio fare, nei colorifici si trovano ormai un enorme quantità di sfumature già pronte! Nel nostro caso utilizzeremo del verde prato, scurendolo con del nero o schiarendolo con del bianco o giallo.

Per fare un prato con fili di erba, si parte spugnettando con un verde molto tenue la base del nostro oggetto da decorare.
Dopo di che con un pennellino tondo di media misura e del colore di una tonalità più scura, si disegnano con delle pennellate verso l'alto i primi fili di erba, essi devono essere irregolari, alcuni corti altri lunghi, verticali verso il cielo o curvati sul lato destro o sinistro.



Quest'operazione che con il passare del tempo vi risulterà molto più semplice va ripetuta ancora una volta con del colore verde più scuro, più tonalità si useranno più l'effetto ottico sarà reale. Vi ricordo che i prati non sono tutti verdi, nel caso ci sia un tramonto, le sfumature andranno dal color giallo oro fino ai bellissimi arancioni intensi, se si rappresenta una giornata uggiosa, i colori saranno più portati verso i verdi marci e i grigi, attenzione quindi ad osservare ciò che vi sta intorno e a guardare il più possibile immagini e riviste che vi potranno dare delle idee molto originali.

LE OMBRE
Le ombre, come la maggior parte delle persone pensa, NON sono grigie ma una tonalità più scura del piano di appoggio, esse vanno disegnate prima a matita riportando la sagoma per ben due volte sovrapponendola leggermente .

L'ombra potrà assumere diverse posizioni, ma noi convenzionalmente la rappresenteremo sotto alla figura e verrà colorata tutta con la stessa tonalità di colore, senza sfumature. Le due figure che verranno disegnate a matita dovranno per forza essere fra loro parallele.

FONDI MOSSI O SPUGNATURE
I fondi mossi si possono ottenere molto facilmente con dei tamponcini o con l'uso di spugnette di diversa trama, o ancora si può utilizzare della carta stagnola aggrovigliata, sacchetti di carta o panni sintetici, nulla vi vieta di provare alternative più bizzarre.
La prima cosa che dovrete fare, sarà di spugnare obbligatoriamente con un tamponcino e del colore acrilico neutro, il fondo da decorare (per colore neutro s'intende un colore molto chiaro per fare da base es. spugnatura gialla? Il colore neutro da spugnare come fondo sarà l'avorio o il giallo paglierino) dopo di ché potrete utilizzare qualsiasi attrezzo sopra es.: potete fare delle spugnature con della carta stagnola, basterà intingerla nel colore acrilico puro o leggermente diluito e fare delle pressioni più o meno pesanti sulla superficie dell'oggetto.


Se fa caldo e siamo nel periodo estivo, è probabile che l'acrilico si asciughi molto in fretta, per ovviare a questo inconveniente, si può diluire il colore con del MEDIUM RITARDANTE o utilizzare proprio i colori per pittorico detti CRAFT-COLOR, questi sono a base cerosa, per cui non si possono mescolare con gli altri, ma hanno il pregio di seccare molto lentamente.

I CIELI
Si usa riprodurre i cieli, disegnando le classiche nuvolette; si può fare con pennello a punta tonda o con la spugnetta quadrata. La prima cosa da sapere è che la nuvola presenta una forma triangolare con la punta verso l'alto e si estende lateralmente sfumando il colore fino a farlo congiungere con il colore del cielo.

I colori che si andranno ad utilizzare sono 3 sfumature es. bianco, azzurro chiaro, azzurro più scuro di una tonalità. S'incomincia disegnando la sagoma principale o meglio la forma della nostra nuvola con il colore più chiaro.

in modo uniforme, poi con il secondo colore si sfuma e si ombreggia la parte inferiore di essa.

Riprendendo il contorno in basso della nuvola si ombreggia ulteriormente con il terzo colore più scuro. Anche per le nuvole e i cieli bisogna fare un po' di pratica ed insistere, l'importante è non scoraggiarsi mai.

Home Page | Rinnova la tua casa | idee regalo | origami moduli triangolari (tri on tri) | hobby femminili | Galleria di Lavori | iguana verde | chi siamo | la libreria | corsi | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu